nuova sabatini

22/03/2017

Con la legge Finanziaria 2017 la Nuova Sabatini, misura gestita dalla Direzione generale per gli incentivi alle imprese del MISE, con l’assistenza tecnica di Invitalia, è stata rifinanziata e potenziata nelle sue finalità e ambiti di intervento, con un’attenzione particolare per l’innovazione e l’efficienza del sistema imprenditoriale in un’ottica “Industria 4.0”.

Dal 1° marzo 2017, infatti, le imprese che investono in tecnologie digitali e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti possono presentare domanda per usufruire del contributo maggiorato che – rispetto al 2,75% stabilito per gli investimenti ordinari – prevede un abbattimento del costo del finanziamento calcolato su un tasso di interesse annuo del 3,575%.

La Finanziaria 2017 introduce novità significative:

  • nuovo stanziamento di 560 mln di euro, per un totale di 943,86 mln di euro destinati al contributo MISE
  • proroga del termine per la concessione dei finanziamenti al 31 dicembre 2018
  • riserva del 20% delle nuove risorse stanziate per la concessione dei contributi maggiorati del 30%.

Dall’apertura dello sportello (31 marzo 2014) la Nuova Sabatini ha ottenuto una risposta molto positiva da parte delle imprese: 20.000 domande presentate per oltre 445 milioni di euro di contributo, 19.000 programmi di investimento agevolati per 5 miliardi di euro di finanziamenti deliberati.
L’importo medio degli investimenti è di circa 260.000 euro e il 75% delle domande totali è presentato da micro e piccole imprese.

Il 76% delle richieste proviene dal Nord Italia, con picchi in Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, il 14% dal Centro ed il 10% dal Sud e Isole.

Il settore trainante è l’industria manifatturiera, seguito da trasporto e magazzinaggio.

nuova sabatini